• Alessandro Coppo

Il nuovo Scambialibri e le altre attività all'Isola


Quello che sta accadendo in questo rione è una crescente attenzione positiva per i luoghi in cui si vive e per la relazione tra i suoi abitanti. Questa propensione al “prendersi cura” è stata all’origine di diverse attività che sono fiorite negli ultimi anni: i corsi di italiano, gli ambulatori sociali, lo Scambialibri, le attività di cura degli spazi verdi.

Queste ultime attività porteranno a breve alla gestione di un giardino sociale e ad attività di pulizia delle strade realizzate dai cittadini (segnatevi queste date: 11 e 18 marzo).

La nascita di queste iniziative non sono espressione di una singola agenzia (la Chiesa, il Circolo dei lavoratori, la singola associazione), o di una determinata generazione (i giovani, il gruppo dei genitori, gli anziani). Ciò fa pensare che ci sia da più parti un sentire trasversale che anima i quartieri e che il quartiere costituisca l’unità urbana che compone questa molteplicità. L’unione delle diversità è appunto la sfida in cui siamo impegnati e che necessita di continue cuciture, in primis tra persone appartenenti a gruppi sociali e culturali differenti.

Veniamo ora allo Scambialibri, un’attività nata all’Isola poco meno di due anni fa dal lavoro di Deborah Guazzoni, Daniela Ciusano, Valeria Di Gennaro e Ilaria Sponda, e grazie al sostegno di Don Augusto. L’idea originale nasce da Libriamoci, associazione culturale che in questi anni ha saputo vedere il libro, inteso come oggetto che va fatto circolare, come strumento di relazione. La gratuità di questa esperienza contrasta con l’imperante commercializzazione delle esperienze più comuni, come il semplice ritrovarsi e scambiarsi delle idee. Lo Scambialibri dell’Isola vuole andare in controtendenza e promuovere lo scambio gratuito di saperi e di emozioni. È per questo che ci aspettiamo che le persone, entusiasmate da questa prospettiva, decidano volontariamente di occuparsene sia per renderlo aperto al pubblico, sia per offrire servizi (laboratori di scrittura, di lettura, ecc.). Chi vorrà unirsi a questa avventura è quindi il benvenuto.

Non penso sia un caso che lo Scambialibri abbia trovato accoglienza presso il Circolo dei lavoratori del rione Isola, che ha saputo storicamente creare quel senso di unione e di riscatto dei cittadini della periferia. Che questo spirito possa continuare a produrre nuove idee che ci aiutino a vivere meglio e ad affrontare insieme le sfide future!

L’inaugurazione dello Scambialibri è avvenuta sabato 16 febbraio e ha visto la partecipazione di molti, già muniti dei propri libri da scambiare sul posto. Il servizio è aperto tutti i mercoledì dalle 18 alle 19 e il sabato dalle 11 alle 12.

#servizi #scambialibri #eventi

46 visualizzazioni

LA VOCE DELL'ISOLA

IL BLOG DEL RIONE ISOLA DI VERCELLI