Settembre: l'eccezionale ripresa delle attività del nostro Rione tra voglia di cambiamento e impegno della comunità

La pausa estiva, si sa, è dedicata a sospendere le attività, a riprendere le energie, a far circolare i pensieri. Con settembre tutto si rimette in movimento e così anche il rione Isola è stato attraversato da una nuova vivacità. Sono almeno tre le tracce lasciate in questo mese dai suoi operosi abitanti.

 

La prima è stata la grandiosa festa Play4fun organizzata dall’associazione Gli amici di Ieio, dagli amici di Alberto Bellan e dal Comitato Isola, che ha chiamato a raccolta i giovani della città e che ci ha permesso di ammirare i giardini davanti al Palahockey, in questo periodo particolarmente lussureggianti. La Parrocchia,  l’Hockey Amatori, il CVM, il gruppo scout VC1 e le atlete dello Skating hanno contribuito alla riuscita dell’iniziativa. Con la festa, ricordiamolo, sono stati raccolti i fondi necessari ad acquistare apparecchiature per l’ambulatorio medico polispecialistico Auser presso il centro incontro Isola, una recente risorsa per il quartiere, ancora poco conosciuta.

 

La seconda è stata il silenzioso lavoro di allestimento della nuova sede dello Scambialibri che aprirà presso i locali del Circolino di via Trieste e che aspira a diventare un punto di riferimento sociale e culturale aperto a tutti.

 

 

 

Infine il lavoro della Protezione Civile e degli Alpini che, in poche ore, hanno radicalmente cambiato il volto della sponda del Cervetto presso il ponte di via Restano: una futura area verde dedicata al relax? Sì, se avremo voglia di occuparcene.

 

 

Un solo mese per rimettere in moto il rione a partire dal desiderio di trasformazione che anima i suoi abitanti. Con queste premesse entriamo nei mesi autunnali dove ci aspettano nuovi appuntamenti, senza dimenticare le sfide dei problemi quotidiani. Stiamo per entrare in campagna elettorale per le elezioni del prossimo anno: ci verrà chiesto di esporre le difficoltà che viviamo e ci verranno proposte delle soluzioni. Ricordiamoci, però, che il cambiamento non può che partire da noi, dalla nostra voglia di affrontare i problemi e dalla nostra disponibilità a partecipare, e che, se saremo uniti, il peso delle sfide da affrontare sarà più tollerabile.

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Please reload

ULTIME NOTIZIE

16.5.2017

COLLABORATORI BLOG CERCASI

Nuovi bloggers per il sito cercasi: tutti coloro che vorrebbero scrivere, collaborare al blog, ricevere informazioni possono contattarci alla mail info@lavocedellisolablog. Scrittori fatevi avanti: Vi aspettiamo!

Please reload